piante da appartamento

piante da appartamento

Vogliamo iniziare questa sezione prima di tutto con una definizione un po' generale sul concetto di piante di appartamento: Con il termine piante d’appartamento si raggruppano tutte quelle piante che ben sopravvivono all’interno di un ambiente domestico e quindi con condizioni di vita particolare. Le temperature in un appartamento, per esempio, solitamente oscillano fra i 15 ed i 25 °C ed anche in inverno non scendono mai al di sotto dei 15 gradi. Questo permette di coltivare anche specie esotiche o comunque piante che in inverno hanno bisogno di temperature elevate per poter sopravvivere. Un altro fattore da tenere in considerazione nella coltivazione delle piante d’appartamento è senza dubbio la luce. In appartamento infatti la luce è sempre ridotta in quanto l’unica fonte di luce proviene dalle finestre e questo è uno dei fattori più limitanti per la coltivazione in appartamento. Per questo motivo in appartamento si coltivano con successo piante del sottobosco o comunque piante che non hanno troppe esigenze in termini di luce, come le piante esotiche che vivono sotto le specie più alte. Fra le piante d’appartamento rientrano molte specie apprezzate e diffuse in tantissime case come il ficus, la gardenia( disponibile solo in primavera, l’achmea fasciata ed il photus ma curiosando fra le nostre serre, potrete trovare una varietà incredibile di specie coltivabili senza problemi nelle vostre stanze.

orchidee nuovi colori

ALCUNI ESEMPI DI PIANTE DI APPARTAMENTO CHE POTETE TROVARE NELLE NOSTRE SERRE:

ORCHIDEE: Le orchidee sono piante che definirle affascinati è molto poco. Fino a qualche tempo fa la loro coltivazione era riservata ad una certa categoria di coltivatori dove veniva richiesto di possedere delle serre oppure degli ambienti dove si potessero mantenere alte temperature e costanti umidità. Con il passare degli anni, si sono diffuse anche delle varietà proveniente da ambienti più freddi e più adattabili alle condizioni di vita europee. Per giunta i ricercatori sono riusciti a creare nuovi ibridi, sicuramente meno delicati (ricordiamo che le orchidee sono delle piante di una enorme delicatezza), e facilmente riproducibili. Oggi definiamo le orchidee piante popolari, di conseguenza molto meno costose del passato; ed è molto facile trovarle sia nei giardini e nelle abitazioni di tutti. Ricordiamo che questo tipo di pianta, richiede una temperatura minima di 10°; una concimazione ogni 15 giorni; e di una esposizione molto luminosa. Sconsigliamo vivamente la luce diretta. Essendo sul mercato vari tipi di orchidee, consigliamo per gli appartamenti quelle tropicali.

ANTHURIUM: L’anthurium è una pianta erbacea proveniente dalle foreste pluviali del Centro e Sud America. Appartiene alla famiglia delle Araceae. Il genere anthurium comprende più di 500 specie che possono essere sia epifite sia terrestri. Alle nostre latitudini vengono considerate per lo più piante d’appartamento o da serra calda e sono molto coltivate per l’eleganza delle spate e delle foglie. Nelle foreste dell'America tropicale esistono decine di specie di anthurium, tra queste l'anthurium è quello che viene coltivato anche in vivaio, come pianta da appartamento. In vivaio esistono numerosi ibridi e cultivar, con infiorescenze di color rosa, bianco, lilla, arancio. Negli ultimi anni in vivaio si possono trovare anche gli anthurium della specie scherzerianum, con particolare spadice a spirale. Gli anthurium vengono anche molto utilizzati come fiori recisi, poiché l'infiorescenza dura a lungo una volta tagliata dalla pianta. Riportiamo anche alcuni consigli sul mantenimento di queste piante:Queste piante necessitano di temperature minime medie non inferiori ai 10-12°C, quindi in Europa si coltivano in appartamento; scegliamo per l'anthurium una posizione ben luminosa, ma lontana dai raggi solari diretti, che potrebbero rovinarne il fogliame. Le annaffiature saranno regolari, ma non eccessive; cerchiamo sempre di annaffiare solo quando il terreno è asciutto, ma evitiamo di lasciarlo senz'acqua per periodi prolungati di tempo. Ogni12-15 giorni aggiungiamo all'acqua delle annaffiature del concime per piante da fiore, per tutto l'arco dell'anno, poichè l'anthurium non ha periodo di riposo vegetativo.Una caratteristica di questa pianta è che teme gli sbalzi di temperatura e i colpi d'aria, quindi evitiamo di posizionarlo troppo vicino ad una finestra o a fonti di calore. Periodicamente è consigliabile asportare i fiori appassiti ma anche il fogliame rovinato.Le foglie che ingialliscono sono in genere sintomo di problemi nella coltivazione: se la foglia ingiallisce completamente si tratta di problemi idrici, le radici non raggiungono l'ossigeno o le sostanze minerali contenute nel terreno, questo può avvenire a causa di un terreno costantemente inzuppato d'acqua.S invece il fogliame ingiallisce a partire dalle estremità o dal bordo si può trattare di una carenza di annaffiature o di un eccesso di concimazione.

GARDENIA: Le gardenie sono arbusti di dimensioni piccole o medie, sempreverdi, che producono grandi fiori bianchi, o crema, intensamente profumati; esistono svariate specie di gardenia, in alcune classificazioni si tratta di decine, in altre si raggiungono le duecentocinquanta specie, diffuse nelle zone umide e miti di Africa, Asia e Oceania allo stato naturale, e in tutto il mondo coltivate come piante ornamentali. Le specie diffuse in coltivazione in Europa non superano la decina; tutte hanno grandi foglie di colore scuro, lucide e leggermente cuoiose, sempreverdi, di forma ovale. Nel periodo primaverile ed estivo producono numerosi fiori carnosi, in toni chiari, con sei petali, o anche doppi o stradoppi, molto profumati, che vengono prodotti anche per l’estrazione del profumo, da utilizzare in cosmetica. Solitamente in vivaio troviamo varietà particolarmente decorative, con fiori stradoppi o con un aroma molto intenso; la gran parte delle specie sono originarie di zone umide tropicali, e sono quindi abituate a temperature minime superiori ai 10°C, esistono però varietà più resistenti, che sopportano anche brevi gelate, e possono quindi trovare posto in giardino. In genere, anche coltivando la stessa identica varietà, gli esemplari coltivati in appartamento si mantengono abbastanza piccoli, non superando i 45-65 cm di altezza e larghezza; se invece coltiviamo una gardenia in giardino, possiamo ottenere un arbusto decisamente più imponente, che con gli anni raggiungerà anche il metro e mezzo di altezza.

PIANTA DELLA FELICITA': Un'altra conosciutissima pianta di appartamento è la comunissima pianta della felicità. Il suo nome originario invece è Yucca. Le varie specie possono avere portamenti e forme molto diverse le une dalle altre: andiamo dai piccoli arbusti fino ad alberi di medie dimensioni. In linea generale possiamo però dire che sono caratterizzate da fogliame persistente e rigido, con bordo liscio, recante quasi sempre una spina sulla punta. L'altezza a maturità può andare da circa 60 cm fino a più di 10 metri, senza contare lo scapo che, spesso, supera di molti metri l’altezza delle foglie: emerge dal centro della rosetta e reca in cima un gran numero di fiori a forma di campanula, bianchi, crema o, più raramente, viola. È una molto adatta per essere impiegata come esemplare isolato, ma è si presta anche alla formazione di siepi o come esemplare da appartamento o da terrazzo, se inserita in grandi vasi. Nei paesi di origine viene utilizzata inoltre per molti scopi pratici. Dalle foglie e dalle radici i può trarre un buon sapore di origine naturale. Le foglie e i tronchi sono utilizzati nella costruzione delle case. Non dimentichiamo che, nelle aree in cui è endemica, produce frutti molto appetibili: da noi è molto raro vederli perché i fiori necessitano di impollinazione da insetti non presenti nel nostro continente. L’unica eccezione è rappresentata dalla Yucca aloifolia: per gustarli bisogna però attendere che siano ben secchi sulla pianta. Hanno un particolarissimo sapore di liquerizia. Il mantenimento della pianta della felicità Esposizione: le yucca si coltivano in luogo luminoso, possibilmente lontano da fonti dirette di calore e dalla luce diretta del sole; in genere si adattano senza problemi anche in condizioni di coltivazione non ideali. Sebbene vengano coltivate prevalentemente in appartamento, alcune specie sopportano senza problemi il gelo, quindi possono trovare posto in giardino. Prediligono temperature abbastanza fresche, quindi in estate è consigliabile posizionarle in luogo semi ombreggiato, e ben areato; durante i mesi invernali ricordiamo di vaporizzare frequentemente la chioma con acqua demineralizzata.

Annaffiature: durante la stagione vegetativa la Yucca, da marzo ad ottobre, annaffiare abbondantemente, attendendo sempre che il terreno asciughi bene tra un'annaffiatura e l'altra. Quando le temperature scendono diradare le annaffiature; in inverno si annaffia sporadicamente. Nel periodo vegetativo fornire del concime specifico per piante verdi, ogni 15-20 giorni, mescolato all'acqua delle annaffiature.

Personale altamente qualificato, Vi guiderà nella scelta e soprattutto vi consiglierà al fine di evitare al vostro piccolo giardino inutili sofferenze. Ci permettiamo di informarvi sui famosi 7 punti da seguire per un ottimo risultato:

  • E’ fondamentale mettere al primo posto le esigenze delle piante rispetto all’impatto estetico. Per questa ragione, la collocazione che sceglierete sarà molto importante. Una volta scelta non la si deve cambiare frequentemente. La si può spostare per effettuare le operazioni di pulizia ma poi la si deve ricollocare nella medesima posizione.
  • Garantite alle piante un’illuminazione buona: non esponetele mai al sole diretto, in particolare nelle ore più calde e durante l’estate. Le zone più ricche di luce sono sempre quelle in prossimità delle finestre e delle pareti vetrate, in questi luoghi devono essere esposte sempre le piante da fiore e quelle dal fogliame colorato o grasse.
  • Per annaffiare, utilizzate sempre acqua a temperatura ambiente, mai fredda, inoltre, se usate l’acqua del rubinetto, fatela decantare per almeno un giorno prima di sfruttarla per le irrigazioni, in questo modo il disinfettante in essa contenuto evaporerà. Cercate sempre di svuotare il sottovaso ed evitate di lasciare l’apparato radicale esposto al pericolo di marciumi e asfissia.
  • Quasi tutte le piante d’appartamento hanno origine tropicale, pertanto, esigono un clima piuttosto mite, non sottoponetele quindi a temperature sotto i 15 gradi.
  • Non effettuate frequenti spostamenti, in questo caso, infatti, le foglie continueranno a sperimentare nuovi adattamenti, ruotando alla ricerca dell’illuminazione ideale. Quando vengono spostate soffrono proporzionalmente alla differenza tra il nuovo ambiente ed il precedente.
  • Solitamente la primavera il momento giusto per effettuare il rinvaso. Ricordatevi di rinvasare sempre assecondando il ritmo di crescita per favorire uno sviluppo il più possibile equilibrato. Scegliete un vaso appena più grande del precedente ed aggiungere del terriccio adatto.

Ricordatevi inoltre che le piante d’appartamento hanno bisogno di essere regolarmente pulite o ne soffriranno!

CAMUSSO GARDEN - PUNTO CAMPAGNA AMICA - AZIENDA AGRICOLA | 400, Corso Torino - Riva - 10064 Pinerolo (TO) - Italia | P.I. 06786780012 | Tel. +39 0121 398368 | Fax. +39 0121 398368 | info@camussogarden.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite